Imposta sul valore aggiunto

L

LA CORTE DI GIUSTIZIA UE RIDIMENSIONA IL NUOVO ART. 70-QUINQUIES, COMMA 3-BIS, DEL D.P.R. 633 DEL 1972

La sentenza della Corte di Giustizia nel caso C-77/19 si sovrappone alla disciplina italiana di cui all'art. 70-quinquies del d.P.R. n. 633 del 1972 come di recente formulata, rendendola in parte superflua e restringendone la portata. La sentenza offre anche spunti di riflessione sulla soggettivitò dei Gruppi IVA e sull'interpretazione delle norme di esenzione
M

MA DOVE STA IL SERVIZIO?! Note minime sull’insostenibile posizione dell’Agenzia in tema di accordi transattivi e IVA

Si critica la tesi dell'Agenzia delle Entrate secondo cui ogni volta che c'è un'operazione consistente in un'obbligazione verso corrispettivo ci sarebbe, per definizione un servizio imponibile
L

L’UNICITÀ DELLA PRESTAZIONE AI FINI IVA: UN GRADUALE PASSAGGIO DAL PIANO OGGETTIVO A QUELLO SOGGETTIVO?

La sentenza BlackRock, insieme a molti altri spunti di riflessione, sembra segnare un ulteriore progresso nell'individuazione dei criteri in base ai quali stabilire se più prestazioni formano un'unica prestazione inscindibile
I

IL DISTACCO DI PERSONALE È UNA PRESTAZIONE IMPONIBILE AI FINI DELL’IVA

La sentenza della Corte di Giustizia che ha sancito l'imponibilità ai fini IVA delle prestazioni di distacco del personale era attesa. Essa, comunque, contiene un'importante enunciazione di principio: quella della rilevanza delle prestazioni rese a titolo oneroso, anche se non corrispettive. I considerazione dell'efficacia diretta verticale delle direttive, come interpretate dalla Corte di Giustizia, la regola contenuta nella sentenza non dovrebbe poter essere applicata dall'Agenzia "contro" i contribuenti. Ma vi sono motivi per essere molto cauti.
L

LE PRESTAZIONI DI INTERMEDIAZIONE ESENTI AI FINI IVA: SPUNTI DI RIFLESSIONE

La Risposta 75 del 2020 fornisce una nozione particolarmente restrittiva delle prestazioni di intermediazione esenti che è, probabilmente, corretta rispetto alle operazioni di intermediazioni relative al gioco e alle scommesse, ma non è conforme agli orientamenti della Corte di Giustizia UE relativamente alle prestazioni di servizi assicurativi e finanziari.
L

LA FATTURAZIONE DOPO LA CHIUSURA DELLA PARTITA IVA: L’AGENZIA INDICA LA SOLUZIONE OTTIMALE

La Risposta 52 del 2020 contiene la soluzione più lineare al tema della fatturazione delle prestazioni dopo la morte del prestatore. La soluzione indicata, si fonda su corrette basi concettuali e può essere estesa a fattispecie simili, sia pure con qualche eccezione.
B

BUONI-CORRISPETTIVO: LE DIVERGENTI INTERPRETAZIONI DI ASSONIME E AGENZIA DELLE ENTRATE

Commento alla risposta n. 519 del 2019 1. La nozione di buoni-corrispettivo e i dubbi di fondo Com’è noto, il d.lgs. n. 141 del 2019 ha dato attuazione, nel nostro ordinamento, alla Direttiva UE 2016/1065 (c.d. Direttiva Voucher) disciplinando il regime IVA dei buoni-corrispettivo (o voucher) nella loro duplice variante dei buoni-corrispettivo monouso e multiuso. […]
D

DISORIENTAMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI RIVALSA POSTUMA DELL’IVA

Commento a Risposta n. 531 del 2019 1. La posizione dell’Agenzia circa l’applicazione dell’art. 60 del d.P.R. n. 633 del 1972. La risposta in esame affronta due casi particolari di applicazione dell’art. 60, comma 7, del d.P.R. n. 633 del 1972, ossia di esercizio della rivalsa successivamente a (e a seguito della) diversa qualificazione dell’operazione […]
G

GRUPPO IVA: È DOVUTO L’ACCONTO 2019?

1. Il problema I Gruppi IVA attualmente esistenti nel nostro ordinamento sono stati costituiti con decorrenza dal 1° gennaio 2019. Ai sensi dell’art. 70-quater, comma 3, del d.P.R. n. 633 del 1972 e dell’art. 7 del d.m. 6 aprile 2018, infatti, l’opzione per la costituzione del Gruppo IVA esercitata dopo il 15 novembre 2018 ha […]
L

LA COMPLESSA IDENTIFICAZIONE DELLA AZIENDA FRA TEORIA E PRASSI

Commento alle risposte dell’Agenzia delle Entrate n. 81 del 2019 e n. 466 del 2019 Il contrasto, forse apparente, fra le due risposte dell’Agenzia delle Entrate La recentissima risposta n. 466 dell’Agenzia dell’Entrate può essere utilmente confrontata con la risposta n. 81, di pochi mesi precedente, per svolgere alcune riflessioni su un concetto assai “sfuggente”, ma […]
C

Caparra (e Multa) Penitenziale: Indicazioni importanti (e preoccupanti) dalla cassazione (Cass. 27129-19)

L’ordinanza 23 ottobre 2019, n. 27129 merita senz’altro di essere segnalata sia perché affronta un tema sul quale non consta l’esistenza di precedenti arresti della giurisprudenza tributaria, sia perché fornisce, alcune indicazioni la cui importanza va ben al di là della questione specificamente affrontata.